GIORNALE DI SICILIA

Niente radiazione per Zamparini
pena ridotta a quattro anni

Niente radiazione per Zamparini, pena ridotta a quattro anni



Maurizio Zamparini non rischia più la radiazione. A scriverlo è l'edizione odierna del Giornale di Sicilia.

 

 

Secondo quanto riportato sul quotidiano, l'ex proprietario dell'U.S Città di Palermo, società dichiarata fallita lo scorso 18 ottobre, avrebbe ottenuto uno sconto di pena a seguito del ricorso presentato dopo la sentenza di primo grado della giustizia sportiva che lo aveva condannato alla radiazione e alla preclusione di primo grado.

 

 

La squalifica è stata ridotta a quattro anni dai cinque iniziali. Alla base di tale riduzione di pena, la decisione del collegio presieduto da Luigi Caso che "ha escluso" l'influenza delle condotte di Zamparini "sull'iscrizione ai campionati di Serie A 2016/2017 e di Serie B 2017/2018".

 

Nonostante la giustizia sportiva abbia dunque accertato le irregolarità nei bilanci del club, queste, secondo la Corte Federale d'appello, non hanno influenzato l'ammissione del Palermo ai campionati di competenza. Per tale motivo, scrive il quotidiano, i giudici hanno deciso di ridurre la sanzione, "pur restando ovviamente gravi le diverse violazioni accertate, indice di una gestione economico-finanziaria e patrimoniale della società lontana dalle regole di prudenza contabili".

 

Tra le varie accuse, anche quelle legate all'operazione Mepal-Alyssa, i cui dettagli erano stati richiesti già nel novembre del 2016 dal segretario della Covisoc Giuseppe Casamassima.

 

In ogni caso, secondo il quotidiano, "non vi è certezza che il Palermo, senza l'operazione Alyssa, non sarebbe riuscito ad iscriversi".

 

Zamparini dunque vede ridotta la pena a soli quattro anni, ma come fatto già da Giammarva, può ancora appellarsi al Collegio di Garanzia del Coni. In ogni caso, l'ex patron non rischia più la radiazione.


 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

 

ALTRI ARTICOLI


 

Arriva il museo del Palermo: l'appello della società

 

 

Palermo, Alcoyano e Sedan: le dilettanti invincibili

 

 

Consapevolezza e compiacimento






10 commenti

  1. Il Moro 20 giorni fa

    Alessandro...La lega ci ha liberato da...l'ultima ciliegina... l'ennesima falsa...ad arkus, dopo arabi, inglesi baccaglini, ha armato l'ultima e letale messa in scena.. Fallimento cercato Volevo aggiungere al pensiero dell'amico tifoso Alessandro una considerazione, giusto perché francamente io mi chiedo e domando a proposito ma come mai Follieri che tanto era vicino all'acquisto con tutti quei milioni di debiti(?) poi non si è presentato al bando?, ma misteri,in tutto questo sempre complimenti a quelle colte, esperte, persone che dirigono lega figc covisoc vedi Parma e poi muori....

  2. Fabio 20 giorni fa

    Ahhaha vi ricordate James u pacchiuni ???? Americani quotati a new York con tanto di garanzie viste da lui personalmente. Ma di che stiamo parlando? Tecnicamente non la ha fatta fallire lui ,poi se dove passa lui dal Venezia alla banca di Vicenza poi falliscono é una coincidenza

  3. Francesco 70 20 giorni fa

    Certo che stiamo parlando di un truffaldino.Forse crede che a Palermo siamo tutti Rubini....Ricordo solo l'ultimo regalo alla città,gli Inglesi senza un centesimo,ricordo ancora il viso stralunato di quella gente,che manco sapeva recitare...

  4. Alessandro 20 giorni fa

    La lega ci ha liberato da quel maledetto criminale, l'ultima ciliegina è stata l'ennesima falsa cessione ad arkus, dopo arabi, inglesi baccaglini, ha armato l'ultima e letale messa in scena.. Fallimento cercato

  5. Totuccione 21 giorni fa

    riscussi i ru liri...

  6. Rubini 21 giorni fa

    Dimenticavo. Ho parlato di Mirri o della SSD Palermo, nel mio primo commento? Non mi sembra. Anzi, non risulta.

  7. Rubini 21 giorni fa

    La Lega ha delle colpe gravissime (v.quanto detto sulla Covisoc - 'Comm. Vigilanza Società di Calcio Professionistiche'). Quanto all'iscrizione ed alla fideiussione v.Arkus ( e prima dei Tullolomondo & Company, i VERTICI, ovvero i Dottori Macaione e Albanese). A me risulta che gli ultimi stipendi (ai giocatori) siano stati pagati, nell'ordine, da Dario Mirri e Maurizio Zamparini. Quest'ultimo strana figura di bancarottiere, l'ultima operazione effettuata sulla Società poi fallita, un versamento da Euro 2,8 milioni di Euro. Ps Il Palermo si poteva salvare! (v.Mirri: 'Il gioco dell'oca!')

  8. Alessandro 21 giorni fa

    Continuazione... Se avesse pagato stipendi e fidejussione a quest'ora avremmo sofferto in b tra umiliazioni e bloccate amare, e tu avresti continuato a gioire per il tuo padrone e noi tifosi veri a disertare lo stadio e al definitivo distaccamento alla nostra squadra, poi a fine anno saremmo retrocesso in lega pro

  9. Alessandro 21 giorni fa

    Mirraccomando redazione censurate il mio messaggio come fate sempre Rubinio vuoi capire che il tuo padrone Zamparini anche se fosse l'uomo più pio e onesto del mondo, non ci ha fatto scrivere al campionato di b? Quando capirai che lega Figc non hanno colpe, anche un bambino di 3 anni capirebbe che non ha pagato i giocatori e non ha fatto la fidejussione di 800.000 euro, quindi non rompere le palle alla nuova società, anche io avrei preferito alcoolt a mirri, ma ormai c'è mirri e sta facendo benissimo, quindi non scassare più la mi... Prenditela con Zamparini, se avesse pagati gli stipendi e

  10. Rubini 21 giorni fa

    'Non vi è certezza'. Come del domani. ^^Pur restando ovviamente gravi le diverse violazioni accertate, INDICE di una gestione economico-finanziaria e patrimoniale della società lontana dalle regole di prudenza contabili^^ Ma su questo INDICE si è già espresso un Tribunale '''Competente''', con sentenza del febbraio 2018, passata in giudicato. Questa l'UNICO riferimento. Peraltro la GIUSTIZIA SPORTIVA ha un ORGANO preposto al controllo delle 'prudenze contabili', che avrebbe semmai dovuto richiedere ulteriori garanzie per l'iscrizione al Campionato. 'E' una sporca faccenda, Tenente Parker'.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *