DS NOLA

Montervino: «Palermo corazzata,
ma non partiamo già sconfitti»

Montervino: «Palermo corazzata, ma non partiamo già sconfitti»



Domenica il Palermo proverà ad allungare la propria striscia di vittorie consecutive nell'ostica trasferta di Nola. Il direttore sportivo dei campani Francesco Montervino, in un'intervista rilasciata per la pagina Facebook ufficiale del club, ha parlato dell'importante sfida contro la capolista, della lezione dell'ultimo match contro il Biancavilla e della scelta di giocare il match di domenica allo stadio "Sporting" di Nola nonostante la poca capienza per i tifosi ospiti: 

 

«Non sarebbe stato giusto togliere la casa a chi ci sta seguendo dall'inizio dell'anno. Da Palermo sono attesi centinaia, forse migliaia di tifosi e ciò non è possibile dal momento che lo stadio è omologato nekl settore ospiti per 400 posti circa ma abbiamo voluto dare la priorità alla nostra gente. L'appello va fatto anche a tutta la città, anche a chi non ci ha seguito allo stadio». 

 

LEZIONE DI BIANCAVILLA

«La partita di biancabvilla ci deve servire da lezione caratteriale. La nostra è una squadra giovane che può dare tanto dal punto di vista dell'entusiasmo, ma può togliere qualcosa a livello di attenzione. La lezione c'è e dobbiamo prenderla, ma è un lavoro che da qui alla fine dell'anno dobbiamo fare costantemente». 

 

PALERMO

«Se oggi chiedessimo a tutti il risultato della partita di domenica tutti direbbero la vittoria del Palermo. Giochiamo contro la squadra più forte del campionato, il Palermo è una corazzata, ma questo Nola può far bene contro chiunque ma anche sul piano tecnico il Nola può fare qualcosa di importante. L'età media bassa può dare solo più freschezza rispetto ad altre squadre. Non mi sento sconfitto in partenza così come non si sentono sconfitti squadra e allenatore, è una partita tutta da giocare».

 

MESSAGGIO AI TIFOSI

«Non lasciate da soli i tifosi che ci hanno seguito costantemente, riempiamo lo stadio e accorriamo in massa e facciamo vedere cosa può fare il tifo di Nola, come può essere presente e soffrire per la squadra della sua città».






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *