DAVIDE MANZO

Da Messina: «Un Palermo ferito.
Il nostro un progetto ambizioso»

Da Messina: «Un Palermo ferito. Il nostro un progetto ambizioso»



 

Davide Manzo, direttore operativo dell'Acr Messina, è stato intervistato su Time Sport. Il dirigente ha parlato del momento della sua squadra e della prossima sfida contro il Palermo

 

In un paio di settimane è cambiato tanto. Le vittorie danno morale, soprattutto quella di domenica scorsa contro il Biancavilla. Quindi arriviamo a questa sfida con uno spirito positivo, nonostante una partenza non delle migliori.

 

Continua... 
"Il nostro è un progetto ambizioso. Il nome Messina fa pensare sempre a qualcosa di importante e in grande".


La sfida contro il Palermo 
"Proprio ieri parlavamo di questo: se sia meglio o meno affrontare il Palermo in questo momento.
Certamente troveremo una squadra ferita che avrà voglia di rivalsa dinnanzi al proprio pubblico. Noi ci presentiamo in un momento positivo con l'obiettivo di fare risultato. Spero sia una bella partita anche se soltanto a nominare Palermo-Messina rievoca ricordi".

 

Le due squadre di Messina 
"È un peccato anche se i due progetti non hanno mai trovato convergenza. Credo che possano coesistere diversi progetti, certo unificarli sarebbe l'ideale. Fino ad ora non ci sono stati i presupposti quindi si va avanti su questi binari paralleli.
Senza nulla togliere all'Fc Messina che sta sviluppando il suo progetto, i tifosi si riconoscono nell'Acr Messina. Sì è risvegliato l'entusiasmo anche nel tifo organizzato e domenica dovrebbe esserci un bel numero di tifosi al seguito".

 

Infine un pensiero sulla vicenda Capuano 
"Capuano è un ottimo giornalista e ci ho lavorato anche insieme. Qualcuno ci ha rimproverato per non esserci dissociati da uno striscione dei tifosi. Ovviamente condanniamo gli insulti, assolutamente e non diamo d'accordo con quanto scritto in quello striscione".






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *