PERPLESSITÀ

Lettera da uno
scettico ottimista

Lettera da uno scettico ottimista



Di Massimiliano Rincione

 

Partiamo da un presupposto. La sensazione che il Palermo venisse affidato nelle mani di Dario Mirri e Tony Di Piazza era balenante negli animi di tutti gli abitanti del capoluogo, o almeno di quelli aventi a cuore le sorti dei nostri colori. Scartate le ipotesi fantasiose, gli avventurieri e piste che, come era ampiamente pronosticabile, non sono mai state prese in considerazione, è difficile restare sorpresi di fronte alla decisione del sindaco. D’altronde, l’unica alternativa valida – non ce ne voglia il simpatico e istrionico Massimo Ferrero – era il gruppo Colella, che solleticava non poco le fantasie di qualcuno anche grazie alla solidità di una realtà leader nel campo dell’abbigliamento di massa come Alcott.

 

Ordunque, espletate le pratiche per un’iscrizione in Serie D che sa tanto di liberazione, non ci resta che attendere quali saranno le prime mosse dell’accoppiata Mirri-Di Piazza, che tramite le scelte dettate dall’occhio attento di Rinaldo Sagramola dovranno dapprima puntare un allenatore e un ds, gettando poi le fondamenta per quella che sarà la squadra del futuro. A proposito, diffidate da chi vi ha parlato della necessità di giocare con soli giovani escluso qualche fuoriquota: la Serie D non è il campionato Primavera, e imporrà di base la presenza in campo di un 99, due 2000 e un 2001, che dovranno eventualmente essere sostituiti da giocatori di pari età corrispondente nel corso della partita. Tutto qua.

 

Ciò impone dunque una constatazione: cosa serve per vincere tra i dilettanti? Intanto una squadra forte, giovane sì ma non troppo considerando i regolamenti. Un tecnico capace e conscio dei rischi e dei pericoli della categoria, e un direttore sportivo in grado di scovare i giusti talenti adatti ad un Palermo che, agli occhi degli avversari del proprio girone, verrà visto come il Real Madrid di turno.

 

Adesso, permetteteci di farvi una doccia fredda: il nome di Iachini, tecnico da Serie A – e paventato in caso di arrivo di Ferrero alla guida del nuovo Palermo -, in Serie D ci azzecca ben poco. Serve gente che abbia già calcato i polverosi campi delle province più sperdute d’Italia nel recente periodo. Quindi va bene Andrea Sottil, che è comunque già un tecnico con un buon bagaglio in Serie C, ma andrebbe decisamente meglio con Giovanni Bucaro. Poi, attenzione, potremmo clamorosamente sbagliare tutto, e con Rosario Pergolizzi alla guida della Prima Squadra – e non della Juniores, come logica suggerirebbe – andare a vincere il campionato già a gennaio senza direttore sportivo. Perché sì, c’è anche l’ipotesi legata alla mancata nomina di un ds.

 

Tornando un attimo al discorso allenatore, però, c’è una candidatura che probabilmente sarebbe parecchio fuori luogo: stiamo parlando di Cristiano Lucarelli, l’anno scorso al Livorno in Serie D. Lui, che si è detto pronto a scendere di categoria per una piazza come Palermo, rischierebbe anche di bruciarsi tra i dilettanti. Ecco, magari non è il caso.

 

Ora, leggendo tra le righe avrete un po’ capito quali e quante siano le perplessità di chi in questo momento ha quasi terminato di scrivere l’articolo, ma di una cosa siamo certi: Dario Mirri, futuro presidente del nuovo Palermo, è il primo tifoso di questi colori. Per questo è lecito credere che faccia tutto quanto in suo potere, assieme a Di Piazza, per riportare il vessillo rosanero dove merita. Però occhio a non sbagliare: il Bari, dal canto suo, ha investito anche in Serie D, costruendo una corazzata che si sarebbe potuta tranquillamente salvare anche in C. Ci sarà poco più di un mese di tempo per assemblare una squadra, più giovanili e staff tecnico, valida. Adesso la palla passa a voi, consci del fatto che, se rinascita dovrà essere, tanto c’è da fare e tanto dovrà essere fatto.

 

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

ALTRI ARTICOLI

 

PALERMO, SIC CIGL CHIEDE INCONTRO CON VECCHIA PROPRIETÀ

ISCRIZIONE, SFRATTO ARKUS E STAFF TECNICO. IL PUNTO

FERRERO NON DEMORDE. LA HOLDING MAX CHIEDE L'ACCESSO AGLI ATTI

LETTERA DA UNO SCETTICO OTTIMISTA






24 commenti

  1. Maluchiffari 76 giorni fa

    @Forza Parma: difficilmente da noi ci saranno 10.000 abbonati. Gli stessi che imprecavano contro Zamparini saranno i primi a fischiare. Capisci, sono abituati a seguire in tv Cristiano Ronaldo.

  2. Forza Parma 77 giorni fa

    Un'altra cosa è quella di non dare per scontate le vittorie e mettere impegno nel seguire la squadra, fateli sentire accettati ed accolti dal primo allenamento, per lo più saranno giocatori che tecnicamente non vorrete mai più rivedere, alcuni saranno ragazzini brocchi spaesati davanti a migliaia di tifosi, non mugugnate quando sbaglieranno appoggi semplici, vedere 4 passaggi di fila sarà raro. Noi abbiamo fatto 10.000 abbonamenti ed andavamo in molti anche in trasferta, anche da primi con 10 punti di distacco in paesi sperduti, fateli sentire straordinari.

  3. Forza Parma 77 giorni fa

    Una cosa necessaria per la D con una squadra sovradimensionata per la categoria, è quella prendere giocatori di temperamento, quel genere di giocatori che anche in allenamento in partitella corrono come dannati e non accettano di perdere, poi gente di forte personalità, per calciatori di C scendere in D in campetti di paesini dopo un po' può essere demotivante, mentre giocatori di categoria, anche se di primo livello, non sono abituati a giocare davanti a tanto pubblico e possono subire molto questo aspetto.

  4. zyz 78 giorni fa

    Ma perché non vedo nessun giornale mettere un po' slla gogna una società che, 1. Sta perdendo tempo, 2. Sta valutando la follia di creare un'intera squadra senza ds, 3. Sta guardando un allenatore senza alcuna esperienza, 4. A dispetto dei proclami sembra pensare a malapena a salvarsi in D.

  5. Rosanero 78 giorni fa

    Forza Lucarelli! Lucarelli tutta la vita!

  6. Rosanero 78 giorni fa

    Signor Paolo i palermitani vogliono Lucarelli. Di certo né lei né massimiliano rincone rappresentate la tifoseria né il sito forza palermo

  7. Rosanero 78 giorni fa

    A parte che il Livorno era in serie B non in serie D. Ma poi il fatto che sia disposto a scendere di categoria per il Palermo rende ancora più importante il suo arrivo. Verrebbe con entusiasmo è quello che vogliono i tifosi

  8. Enzo Di Paola 78 giorni fa

    Secondo me il Palermo già ha l'allenatore e qualche giocatore ma prima vogliono la firma del contratto e poi parlano .Alla fine ancora ,ci devono dire se siamo stati ammessi al campionato ,so che è una formalità ma sono quasi le 21,00 e ancora la lega non ha dato l'elenco delle squadre iscritte.molti immaginavano che dopo 24 ore dovevamo trovare 25 giocatori. Purtroppo come carattere siamo fatti così vogliamo tutto e subito se no ci lamentiamo. Scommettere che al primo pareggio ,tutti cominciano , chisti picciuli unnhannu ,meghiu i arabi, meghiu,Ferrero siamo fatti così .Diamo un po' di fiduc

  9. Paolo 78 giorni fa

    Oh mamma... e adesso chi lo dice a l sig ROSANERO che questo sito non appoggia la candidatura di Lucarelli. Rosanero non fa altro che dire che TUTTA LA CITTà vuole Lucarelli

  10. Isatacuracaticachi 78 giorni fa

    FORZA U.S. CITTÀ DI PALERMO

  11. noitifosidelpalermo.jimdo 78 giorni fa

    Bisogna subito calarsi nel contesto, in campo ci sono sempre i nostri colori Rosanero, vinciamo il campionato è la prossima stagione derby chi catanisi.

  12. Yes 78 giorni fa

    Chiddici, vorresti che ti dicessero: mi vede preoccupato?

  13. Totuccione 78 giorni fa

    riscussi i ru liri....

  14. Chiddici 78 giorni fa

    A tutti sta scappando una cosa fondamentale, siamo in forte ritardo su tutti gli aspetti, ma la cosa che preoccupa di più è che la società alle nostre preoccupazioni non parla non rassicura nessuno, siamo a 30 giorni dall’inizio del campionato e siamo senza squadra, si allontanano tutti dal Palermo prendendo le distanze è ovvio che la società non da le giuste garanzie, quindi il tutto si riduce a una domanda ma questi sono all’altezza o era meglio dare il Palermo a gente che prontamente poteva sistemare tutto con qualità e competenza già acquisita? a voi le considerazioni

  15. Tonyz 78 giorni fa

    Ma che articolo è? Boh

  16. Il Moro 78 giorni fa

    Redazione ho letto che il nuovo Palermo dovrebbe allenarsi nei campi del Cus.....o quantomeno non a boccadifalco, giusto x sapere ma il motivo di non utilizzare boccadifalco?

  17. Il Moro 78 giorni fa

    Siprega Goldrakesenzalame,diamanti,rosanero sugnuchinoichiffari e alias vari di nn leggere. Darò fiducia incondizionata a questa nuova società ovverosia andrò allo stadio e soprattutto farò l'abbonamento sky/dazn detto ciò e chiedo lumi questa società sapeva di esser stata prescelta il bel video di presentazione direi che sia inequivocabile, sinceramente mi aspettavo a 24/48 ore già il Ds e l'allenatore, VISTI I TEMPI RISTRETTI E LO ZERO DA CUI PARTIAMO, però forse sbaglio? Ciuridduscainius/Blackmamba.nel senso che se non vi è l'iscrizione l'ok di lega Figc questa società nn può muoversi?

  18. Enzo Di Paola 78 giorni fa

    Se per alcuni la serie D è la liberazione dal calcio statevene a casa non abbiamo bisogno di voi . sarà bellissimo essere in tanti ,se non dovesse essere così pazienza .POCHI MA BUONI!!!!!!

  19. OkayCapo 78 giorni fa

    Non dice nulla....tutte cose che già balenano nelle menti dei tifosi sia ottimisti che scettici pessimisti.

  20. Yes 78 giorni fa

    .. Peraltro, sono finiti i tempi in cui il direttore sportivo faceva la squadra. Oggi si passa direttamente a contattare i procuratori e quasi tutti i calciatori hanno u. Procuratore anche a livelli dilettantistici. E però forse, vista la mole di lavoro eccezionale, avere un ds vecchio stampo sarebbe opportuno. Restano importanti nodi da sciogliere con altrettanta urgenza, come la disponibilità dello stadio, i campi di allenamento, lo staff di supporto tecnico, dal magazziniere ai massaggiatori ecc.. Diamo tempo al tempo

  21. Yes 78 giorni fa

    I tempi stretti li conosciamo. Sagramola non è uno di primo pelo e sa quel che fa. Peccenini raccontò che nel 1986 fu una impresa titanica, e il comitato pro Palermo parti con mesi di anticipo. Parma ebbe lo stesso tempo di quel Palermo per fare la squadra. Bari ha avuto più o meno i tempi che avrà il nuovo palermo ma con il. Antaggio di essersi avvalsa di una struttura pronta e rodata di matrice napoletana

  22. Rubini 78 giorni fa

    Si, certo, un Barbera stracolmo, come nel 2004, sarebbe fantastico. Però è ancora presto per parlarne, anche se in giro c'è tanta voglia di 'abbonamento'. Finalmente. Lo stesso non si può dire per l'azionariato popolare. Parlando seriamente, secondo me è anche una questione di 'strumento finanziario'. 'Azione', nell'immaginario collettivo ancora vista come 'l'uomo nero', il rischio di perdere tutto. D'altronde ogni giorno siamo inondati da notizie poco rassicuranti, mercati in fibrillazione, crolli, listini in rosso e tanta volatilità.

  23. matteo 78 giorni fa

    Sarebbe incredibile se alla prima partita al Barbera spuntassero 30000 spettatori. Ne parlerebbero tutti i giornali.

  24. Aggregazione galattica lame rotanti 78 giorni fa

    La Serie D è davvero una liberazione! E cioè la liberazione dal calcio: finalmente a Palermo non saremo più costretti a fischiare i campioni.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *