PENSIERI

La rivoluzione di
Mirri

La rivoluzione di Mirri



IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

 

Pensieri.
Chi ha creato i Palermitani?
Vaghi tra i vicoli del centro storico in un giorno d'estate.
Caldo equatoriale, luce come se non ci fosse filtro, splendente e pertinente a farsi ritrarre come quella di Guttuso, e la sua Vucciria.
Entri tra le viuzze del mercato, l'ombra si distende nelle grandi "balate" e fotografa il momento: esiste soltanto la magia che pretende devozione.
Non fidatevi delle apparenze, però. Ascoltate! 
Il Palermitano si dona, senza riserva alcuna, perché se ama lo fa: punto.


Prendete Dario Mirri.
L'ho scrutato per tutto il tempo della conferenza stampa di presentazione: c'era Dario, il bambino e la sua passione.
Soltanto una cravatta e la giacca a ratificare la formalità del facoltoso imprenditore: e quello sguardo innocente a "tradire" la forma del momento, in un sorriso cristallizzato, pronto a brillare ogni volta che dalla tribuna un tifoso stimola la sua passione urlando il nome di un campione rosanero del passato.


Ok, non sarà il tycoon pieno di dollari: ma di passione e amore per il Palermo, hai voglia! E poi pensa con il cuore. Ha entusiasmo, idee, fronte rivolta verso l'orizzonte. È pieno di motivi per far sì che la bandiera rosanero torni a sventolare nei teatri più aulici dell'impero, perché Palermo per Dario vuol dire famiglia.
Serve ottimismo e fiducia, ciò che Dario Mirri ha dimostrato di meritare e di cui Palermo ha bisogno. 
Poi si vedrà. 


Nel caos delle istanze di fallimento e dei conti che non tornavano ci si è dimenticati che il calcio è divertimento, passione. Nel tempo del paradosso la normalità diventa rivoluzione: ce lo insegna l'uomo che ci regala il futuro guardando al passato. 
Complicato dire chi ha creato i Palermitani. 
Sull'uomo che sta provando a riscrivere la storia del Palermo e della sua gente ho molti meno dubbi.


 

La rivoluzione di
Mirri

 

Supersantos Mirri

 

Palermo, Sagramola e Di Piazza
Parla Paparesta

 

Punto per punto
la conferenza del nuovo Palermo






13 commenti

  1. vecchia guardia 92 giorni fa

    Perche' il calcio ritorni ad essere nella sua essenza di sport e di passione popolare non c'e' altra strada che abbattere il sistema calcio business, in questo senso non serviranno piu' i padroni, neanche quelli piccoli e appassionati come Mirri, che sicuramente e' di gran lunga meglio degli speculatori e degli avventurieri o dei grandi squali che dominano il sistema. Ma per arrivare a questo prima bisogna che il tifoso medio in generale (non quello rosanero soltanto) si svegli dall'incantesimo dei soldi e dei media.

  2. Rubini 103 giorni fa

    La festa finiu? È iniziata la vostra. Altra buoffa nta faccia, stavolta ad opera di tal Colella, Capri. Che poi mai sentito a Capri, conosco il Quisisana, La Canzone del Mare, piazza Umberto I, l’Anema e Core, Russo, ma questi della Alcott a Capri mai sentiti. Sarà che manco da un po’, e Capri comunque non è più quella di una volta.

  3. Fabio 103 giorni fa

    Ragazzi compatitelo, ha perso il suo motivo di vita. É arrivato persino a difendere la de angeli quella che ha ceduto il Palermo ai tuttolomondo e a infangare Mirri per una presunta accusa di abusivismo quando il suo idolo deve andare a processo per una serie di accuse che non basta una Bibbia. roba da pazzi. Per sfogarsi sta moltiplicando i Nick a dismisura.

  4. Francesco 70 103 giorni fa

    Alfio hai ragione,Lame sfirrianti,Rubini,Totuccione,e qualche altro è sempre la stessa persona,ma a fiesta finiu.....

  5. AquilaRosanero 104 giorni fa

    L'Involuzione si chiama Aggregazione.

  6. Renato Marcocci 104 giorni fa

    @Aggregazione Rubini Fame Latente. Mo de che parlo? Maurizio va al gabbio, Daniela spende na cifra in ialuronico, a palermo so rinati e so orgogliosi de Mirri, posso vive solo de ricordi. Periodaccio vero?

  7. Totuccione 104 giorni fa

    riscussi i ru liri....

  8. Alfio 104 giorni fa

    Francesco70, è uno solo, non sono due distinti. Anzi, utilizza altri 100 nick.

  9. Mau49 104 giorni fa

    Le bellezze artistiche,uniche al Mondo,di cui siamo orgogliosi,meritano grande rispetto.Sono la nostra genesi,il nostro DNA.Offriamo il meglio,rispettando l'ambiente.Il sindaco può tanto,ma senza il nostro contributo ,tutto rischia di essere vano.Ripristiniamo le strutture esistenti e valorizziamole.Proponiamoci come città di arte,cultura e sport,a 360°.Tante manifestazioni possono attrarre popoli di tutto il mondo , con benefici per tutti.Non solo calcio,dunque.Mettiamoci il cuore.Forza Orlando,Ti sosteniamo.Non abbiamo bisogno dei colonizzatori che finora ci hanno sfruttati.

  10. Mau49 104 giorni fa

    Una rivoluzione incruenta,ben fatta,ispirata da veri sentimenti da Chi ha il cuore pulsante Rosanero.Noi faremo la nostra parte e saremo tanti,tantissimi,più dei dichiarati 5000.Il nostro marchio in giro per il mondo,nella speranza di raccogliere altrettanti simpatizzanti e tifosi.Adesso un accorato appello al nostro Sindaco,Nume Tutelare.Adeguiamo la nostra splendida città agli standard europei.So ,conoscendolo,che tanti sforzi sono stati fatti.Non è ancora bastato.Forza Orlando,lo sport è ottimo volano per la crescita economica e culturale.Palermo merita .I cittadini diano una mano.

  11. Francesco 70 104 giorni fa

    Bene così.Le basi sono buone,per il futuro in seguito si vedrà.Intanto serve vincere il campionato,ritornare velocemente nel calcio che conta.Le premesse ci sono tutte.Alla facciazza degli sfigati Lame sfirrianti ,Rubini,ecc...

  12. Schiffarato 104 giorni fa

    @Aggregaz etc etc. Buongiorno. Ben levato. Anche oggi una pesante ed impegnata giornata

  13. Aggregazione galattica lame rotanti 104 giorni fa

    La rivoluzione si chiama soprattutto Paparesta.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *