DOPO L'INCONTRO

Iscrizione e scadenze. Parla
Salvatore Tuttolomondo

Iscrizione e scadenze. Parla Salvatore Tuttolomondo



 

Torna a parlare Salvatore Tuttolomondo, il patron del Palermo ha fatto chiarezza su vari temi, dall'iscrizione del prossimo campionato fino alle varie pendenze. Tuttolomondo, al termine dell'incontro con Fabrizio Lucchesi ed Alessandro Albanese ha risposto così ai giornalisti presenti al Renzo Barbera:

 

«Con Lucchesi non abbiamo parlato solo dell'iscrizione al prossimo campionato - ha detto Salvatore Tuttolomondo - abbiamo fatto un incontro riepilogativo dove la quadra è perfettamente bilanciata. Siccome volete sapere tutto vi dico che abbiamo parlato di progettualità future e incontrando gli amici di Calcio Sicilia con cui abbiamo rinnovato gli accordi. Abbiamo sistemato, inoltre, le pendenze che erano fondamentali come debiti sportivi ai fini dell'iscrizione. Adesso il 18 abbiamo l'assemblea dei soci, un passaggio funzionale e propedeutico a un ripiano degli aspetti economici e patrimoniali del Palermo, perché si è in linea con gli indici di equilibrio patrimoniali richiesti dalla Covisoc ai fini dell'iscrizione al prossimo campionato. Aumento di capitale? Si può ripianare la situazione debitoria anche senza l'aumento di capitale. Alle 17:20 abbiamo un aereo per Roma, lì incontreremo Luciano Basile per interessi sul golf visto che ha un grande impianto a Palermo e noi siamo interessati a degli impianti nel Lazio. Vi dico tutto così evitiamo fraintendimenti».

 

SCETTICISMO

«Posso confermare che il Palermo si iscriverà al prossimo campionato. Per superare lo scetticismo servono solo i fatti. In tanti ci remano contro, qualcuno ha detto che servono soldi veri e non quelli del monopoli e rispondo che per ripianare i debiti abbiamo venduto Parco della Vittoria. Incontro con il sindaco? Abbiamo comunicato nella serata di ieri che dalla Federazione abbiamo ricevuto il via libera per procedere e quindi il sindaco è diposto ad incontrarci tra lunedì e martedì. Debito Alyssa? Non sono affatto preoccupato, non serve aggiungere altro».






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *