PRETENDENTI

Futuro Palermo: fuori gli
americani. Ora è corsa a quattro

Futuro Palermo: fuori gli americani. Ora è corsa a quattro



 

Domani alle 20 scade il termine ultimo per presentare le candidature per l’acquisto del Palermo al sindaco Leoluca Orlando.

 

Sono diverse le cordate interessate, ma secondo quanto riportato dal Giornale di Sicilia, sono quattro gli acquirenti che hanno maggiori possibilità di investire sulla società di Viale del Fante.

 

Da Dario Mirri, che ha versato 3,8 milioni di euro in una società appositamente costituita sui 15 milioni di capitale sottoscritto, a Tony Di Piazza, che continua a non nascondere il proprio interesse anche attraverso i social. L’imprenditore italoamericano sembrerebbe intenzionato a farsi avanti da solo, ma il quotidiano non esclude possa unirsi a Mirri in futuro.

 

Annullato il dietrofront, Massimo Ferrero preme per aggiudicarsi il bando presentato da Orlando. Il presidente blucerchiato, tuttavia, è al momento limitato dalla Sampdoria; il primo cittadino ha escluso categoricamente la possibilità di rendere il Palermo una squadra satellite di un’altra società di A, B o C. Una situazione, quella di Ferrero, che non potrebbe essere aggirata neppure affidando il tutto alla figlia (come nel caso di De Laurentis al Bari). In attesa della vendita della Sampdoria, Ferrero ha già pronto un progetto: salvataggio di una trentina di dipendenti della vecchia società che si avvia al fallimento e Perinetti come direttore generale.

 

Anche il gruppo arabo ha pronto il suo piano per il club: versamento di 10 milioni di base per il rilancio del Palermo. Tra i progetti del fondo arabo, anche la costruzione di strutture come la Cittadella dello sport.
 

 

Gli altri progetti non sembrano avere la stessa solidità di questi quattro. Il gruppo cinese, sempre secondo il quotidiano, sembrerebbe avere dei problemi di natura politica. Dietrofront della cordata americana.






16 commenti

  1. Pino 137 giorni fa

    Orlando .abbia fiducia a ferrero mi spira fiducia

  2. Rubini 137 giorni fa

    Cosa può fare il sindaco, se non cercare di ridare il calcio, quanto prima, alla Citta’? Anch’io sono dell’idea che sarebbe preferibile una pausa, almeno un anno, per capire bene le intenzioni e le resistenze della Arkus, una volta avviata la procedura fallimentare. In questo, Zamparini al momento nulla c’entra, entrerà in causa eventualmente per responsabilità, che può comunque arrivare sino all’intero passivo del fallimento ed anche oltre.

  3. Marione FI 137 giorni fa

    Maremma maiala, e tu stai sempre hosti? Ma te n'un c'hai nul altro da ffare? E quanto l'è brutta la disperazione!

  4. Antonio Morana 137 giorni fa

    Al fallimento appunto...ma fino a che non fallisce di fatto è ancora di Arkus il titolo sportivo, e siccome si andrà per le lunghe con i vari ricorsi (domani CONI e a seguire TAR) non capisco cosa sta facendo il sinnaollando!

  5. Rubini 137 giorni fa

    Ancora per poco. Con il fallimento il titolo sportivo tornerà alla Federazione, quindi annullato. La nuova società nasce da zero, funziona come quando nasce un bambino e bisogna registrarlo all’anagrafe. Nel caso del bimbo-Palermo, sempre in Federazione, sportello D, dilettanti, primo piano. Ma sparano certi prezzi ahahahah

  6. Antonio Morana 137 giorni fa

    Ma scusate...se non viene acquisito il titolo sportivo da Arkus (che sta facendo ricorso e credo ne farà altri) mi spiegate che società sta mettendo su il sindaco? Il titolo sportivo (tanto ghiotto e ambito dagli sciacalli) è di fatto ancora dell U.S. Città di Palermo...

  7. Francesco 70 137 giorni fa

    Assolutamente no.Mirri per quanto mi riguarda èun onesto cittadino che paga regolarmente le tasse.Quando e se,dovesse venire fuori una qualche ipotesi di reato si vedrà.E non lo si può nemmeno lontanamente paragonare al vero indagato,perché i fatti dicono che non lo è.

  8. Totuccione 138 giorni fa

    riscussi i ru liri....

  9. Rubini 138 giorni fa

    Domanda troppo confusa, peraltro hai già dato la risposta. Vorrei farla io, una domanda. Mirri, secondo le vostre consuetudini, a questo punto si può considerare un ‘indagato’? E quindi, in seguito, per brevità, nominarlo solo come ‘l’indagato’?

  10. Francesco 70 138 giorni fa

    Infatti Rubini,le tue considerazioni sono assolutamente pertinenti al titolo,però quello che non capisco è come mai di Mirri secondo ciò che hai letto,e senza alcuna certezza,mostri delle rimostranze,invece dell'ex patron perseguito dai magistrati,e dalla maggior parte dei tifosi,per te sembrerebbe una vittima....La tua appare come un ossessione,giustificare sempre l'ingiustificato.

  11. Rubini 138 giorni fa

    E dai, con Zamparini, ma davvero è una grave ossessione. LEGGERE IL TITOLO, prima di commentare: IL FUTURO DEL PALERMO. Se il futuro del Palermo è Mirri le mie osservazioni sono pertinenti. Questa storia di abusivismo, non l’ho di certo inventata io. Mi sono limitato ad informarmi, a guardare le relative fotografie. Che sono raggelanti, a prescindere da ogni altra considerazione.

  12. ditalchèasseritamenteconclamato 138 giorni fa

    se mirri diventa proprietario, un barattolino di pomodori secchi o di patè di carciofi al mercato san lorenzo (di cui è proprietario) passa da 10 euro a 20 euro l'uno...

  13. Francesco 70 138 giorni fa

    Rubini,su Mirri hai da ridire perché graverebbe una storia di pubblicità abusiva,peraltro tutta da dimostrare e verificare,invece per Zampafogna tutto è apposto vero??Ma cuomu ci viri arriviersa....

  14. Rubini 138 giorni fa

    Strano poi che nulla si sappia su quella parte del bando che maggiormente dovrebbe riguardare i TIFOSI, cioè l’AZIONARIATO POPOLARE. Ho cercato delle notizie al riguardo, non ho trovato nulla. Quote, tempi, modalità, comitato organizzativo, promotori, NULLA. A parte le solite canzoni d’amore, che fanno bene al cuore.

  15. Rubini 138 giorni fa

    Manca appena un giorno e stiamo ancora ai condizionali, come nel caso Di Piazza che ‘sembrerebbe intenzionato’. Si insiste su Ferrero, di fatto escluso, sin dall’inizio, dai presupposti del bando. Nel caso degli arabi, c’è solo vaghezza e termini generici. Ieri ‘tutto il mondo’ (pianeta) voleva il Palermo, oggi non rimane che Mirri e il suo piccolo mondo di pubblicità, sul quale grava però questa recente storia di abusivismo, che non mi sembra di poco conto.

  16. Yankee Doodle 138 giorni fa

    A sorpresa, si inserisce anche una cordata di Ballarò ...

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *