GAZZETTA

Felici super, Martin faro: il
pagellone del nuovo Palermo

Felici super, Martin faro: il pagellone del nuovo Palermo



La caduta e la rinascita. Il 2019 del Palermo rimarrà nella storia per la rovinosa fine dell'era Zamparini, fra inglesi e Arkus, e la ripartenza dalla Serie D affidata alla Hera Hora di Dario Mirri e Tony di Piazza. Nel girone d'andata del girone I del campionato dilettanti la nuova squadra rosanero guidata dal tecnico Pergolizzi è prima in classifica e punta l'obiettivo promozione, ma negli ultimi mesi dell'anno ha dilapidato l'enorme vantaggio ottenuto nelle prime giornate e si vede a soli tre punti dal Savoia secondo.

 

La Gazzetta dello Sport, in chiusura di anno, ha dato le sue valutazioni ai giocatori del Palermo fra conferme, scoperte e delusioni. I migliori in assoluto risultano Mario Alberto Santana, vero e proprio simbolo della rinascita rosanero ma vittima anche di un brutto infortunio che lo terrà fuori a lungo, e il classe 2001 Mattia Felici che sta diventanto sempre più decisivo a suon di gol e accelerazioni, per entrambi un bell'8 in pagella a cui seguono i 7,5 di Pelagotti, portiere decisamente fuori categoria per il campionato di Serie D, e del top scorer di centrocampo Erdis Kraja nonostante un leggero calo nel finale di torneo.

 

Per la rosea sufficienza piena (7) a Gianni Ricciardo, ombra di sé stesso nel finale di campionato ma trascinatore nelle dieci vittorie consecutive ottenute nelle prime dieci giornate, così come per il regista Malaury Martin, giocatore di tecnica nettamente superiore e sempre presente in campo ma in grande sofferenza quando viene pressato costantemente soprattutto in trasferta. Stessa valutazione anche per Massimiliano Doda, ormai una certezza sulla corsia di destra, e Roberto Crivello, una garanzia di esperienza e il migliore del reparto arretrato. Mezzo punto in meno per il palermitano Accardi, l'unico rimasto alla base dopo il fallimento della vecchia società e protagonista di ottime prove quando chiamato in causa.

 

Riescono ad arrivare alla sufficienza Lancini e Martinelli, probabilmente i due giocatori di esperienza che più hanno pagato il cambio di categoria e che possono dare molto più di quanto dato finora, nonché Vaccaro, Peretti, Ambro e il portierino Fallani. Poche invece le insufficienze date da Gazzetta con Sforzini, Ficarrotta, Lucera e Mauri che stazionano sul 5,5 mentre i voti più bassi vanno a Langella e Rizzo Pinna, attesi da un grande campionato ma chiamati poco in causa e spesso deludenti. Sufficienza piena invece per il tecnico Rosario Pergolizzi, che ha avuto il merito di assemblare la squadra in pochissimo tempo ma che si è un pò perso nel finale di campionato non riuscendo a gestire i tanti punti di distacco dalle inseguitrici e perdendo (malamente) i due scontri diretti in casa contro Savoia e Acireale






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *