DICHIARAZIONI

Dimissioni, Palermo e
York. Parla Macaione

Dimissioni, Palermo e York. Parla Macaione



 

 

E mentre Tuttolomondo, Pistilli e Lucchesi inviano comunicati video da Roma, il vicepresidente del Palermo Vincenzo Macaione lascia la propria carica.

 

Intervistato da Money.it, Macaione ha così parlato della sua decisione:

 

«Ieri mi sono dimesso dal mio ruolo di presidente di Sporting Network. Se mi ero accorto di ciò che stava accadendo alla società? Sinceramente no, la scorsa settimana ero all’estero per lavoro, quando sono rientrato ho avuto contezza di tutto ciò e sono rimasto molto sorpreso come gli altri membri del CdA. Da palermitano e da tifoso del Palermo ovviamente sono amareggiato. Adesso con il Presidente Albanese e con il Sindaco della città Orlando stiamo determinando il futuro. Cercheremo di aiutare il club a risorgere».

 

DIMISSIONI

«Mi sono dimesso ieri per divergenze operative. Questa decisione però l’avevo già comunicata da tempo alla proprietà, anche perché il mio lavoro non mi permetteva di poter svolgere questo ruolo. Infatti nelle ultime settimane non sono mai stato presente in nessuna conferenza o meeting».

 

MESSAGGIO AI TIFOSI

«Io mi sento e sono come loro, un tifoso palermitano amareggiato e arrabbiato per tutto quello che sta succedendo. Spero che la proprietà faccia veramente il possibile e l’impossibile per recuperare tutto e risolvere questa situazione».

 

YORK CAPITAL

«Non lo so. Ho già lanciato insieme al Presidente Albanese un messaggio di sostegno e supporto al sindaco Orlando. Conosco Dario Mirri e tutti gli imprenditori siciliani, nei prossimi giorni spero di essere in città per capire meglio l’evoluzione della faccenda».

 

FUTURO PALERMO

«Soluzione diversa dall’azionariato popolare? Sono assolutamente d’accordo. Prima però dobbiamo cercare di capire come finirà con l’attuale proprietà, dopo vedremo quali saranno le soluzioni migliori. Sono sicuro tra l’altro che le troveremo, perché tutti i palermitani, compreso il sottoscritto, vogliono la rinascita».

 


ALTRI ARTICOLI

 

RICOMINCIARE. SUBITO

 

PALERMO, LA NOTA DEI CALCIATORI ROSANERO

 

PALERMO, CAPOLINEA VICINO. FUGA ARKUS, PER LA D MIRRI O FERRERO

 

DIMISSIONI, PALERMO E YORK. PARLA MACAIONE

 






11 commenti

  1. Rubini 84 giorni fa

    Questo @Maurizio è uno di quelli (come Torakiki e come Ins e Giorgio) che dopo un'eclatante vittoria del Palermo (contro il Bologna), replicando ad una proposta di un giornalista palermitano, auspicavano MAURIZIO ZAMPARINI SINDACO di PALERMO!! Due le possibilità: O è uno SMEMORATO cronico oppure è una BANDERUOLA. Propendo per la seconda ipotesi.

  2. Maurizio 84 giorni fa

    Di certo conosceva i personaggi che ci ha propinato ma oggi di fronte alla possibilità di guadagnare alcune persone si venderebbero pure i parenti e mi fermò qui Grazie per ciò che ha portato a Palermo ma soprattutto eviti di aiutare il Sindaco a far rinascere il Palermo

  3. Mauro 85 giorni fa

    Paraculo! Ce li ha portati lui a Palermo. E adesso ne prende le distanze. Vergognoso P-A-R-A-C-U-L-O.

  4. Torakiki 85 giorni fa

    Giorgio ma dici seriamente? La de diavolis non è altro che un pupazzo comandato dal domiciliato, non vede e non sente

  5. Giorgio 86 giorni fa

    Non riesco a capire come il Direttore amministrativo, la De Angeli, colei che negli ultimi 15 anni ha iscritto il Palermo, non si sia accorta di niente.....anche perchè.anche quest'anno toccava a lei effettuare l'iscrizione....

  6. Torakiki 86 giorni fa

    Marco se non ti sei reso conto questi manco gli stipendi hanno pagato..lo hanno palliato?ma lui che é banchiere prima di fare l'advisor non li ha controllati o lo ha fatto sulla fiducia? quando in conferenza magnificava il progetto di arkus lo ha fatto in base a quello che gli raccontava tuttolomondo? Non scherziamo, lascia stare noi poveri ignoranti ma tacopina e Dragotto da settimane dicono che questi soldi non ne hanno, non poteva non sapere

  7. Marco 86 giorni fa

    Torakiki ma cosa c’entra aver controllato Arkus, se qualcuno ha venduto è perché ha approfondito le garanzie e ad ogni modo qui non si parla di soldi o meno qui si parla che la fideiussione non è stata presentata da Arkus!!!! Cosa poteva fare Macaione e albanese se li hanno palliati pure a loro!!

  8. ins 86 giorni fa

    alla fine, uno ad uno, tutti i componenti della banda bassotti si proclameranno estranei ai fatti. praticamente non è colpa di nessuno.

  9. Paolo 86 giorni fa

    Non vogliano l'aiuto di elementi come Albanese e questo Macaione! Hanno già fatto troppi danni. Via da Palermo e dal Palermo

  10. Torakiki 86 giorni fa

    Lui era l'advisor di arkus come non poteva sapere che non avevano soldi?fai l'advisor senza garanzie? Ma poi la stessa York che quasi prendeva in giro in conferenza stampa che arkus era meglio? Il sindaco tenga lontano coloro che erano a contatto con arkus.

  11. Yes 86 giorni fa

    Senza offesa., credo che il nuovo Palermo possa fare a meno del suo aiuto.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *