REPUBBLICA

Dieci milioni cash per salvarsi:
l’ultima partita di Zamparini

Dieci milioni cash per salvarsi: l’ultima partita di Zamparini



 Continuano le vicende giudiziarie che vedono coinvolta l’U.S Città di Palermo.

 

Il tribunale fallimentare ha rinviato la decisione sul destino della vecchia società rosanero per permettere ai tecnici di valutare la consistenza dell'ultima offerta da 10 milioni presentata dalla famiglia Zamparini, così da stabilire se ci sono le basi per un concordato fallimentare.

 

L'edizione odierna de "La Repubblica" riporta le parole dell'amministratore giudiziario dell’U.S Città di Palermo Giovanni La Croce:

 

«Stavo revocando la richiesta di concordato dopo aver accertato che la gestione del club riconducibile ad Arkus aveva distratto un’ingente somma dal club in favore di una società di cui Tuttolomondo è socio, quando- ha dichiarato- è arrivata la mail della famiglia Zamparini con l’offerta di 10 milioni da versare per scongiurare il fallimento». Dopodiché il collegio fallimentare ha sospeso la decisione per dare la possibilità di analizzare la nuova situazione.

 

Oggi, scrive il quotidiano, è prevista una lunga riunione in cui si analizzeranno i bilanci e i documenti dell'U.S città di Palermo, così da stabilire se un'ipotesi di concordato è finanziariamente sostenibile alla luce della proposta avanzata dalla famiglia Zamparini.

 

"Un ultimo disperato tentativo di evitare il fallimento che però si scontra con quanto fatto dalla gestione Tuttolomondo del club, che il mese scorso, in piena procedura prefallimentare, ha distratto 330 mila euro ( 280 mila più Iva) dalle casse già agonizzanti della società –scrive il quotidiano- . Un’azione che, secondo la procura, oltre ad avere profili penalmente perseguibili, non consente di accogliere le richieste di concordato fallimentare"

 

Per continuare a proporre al tribunale un piano cedibile di concordato, bisognerà dare garanzia sui 10 milioni che la famiglia Zamparini vuole versare nelle casse della società. "Sconti di presunti crediti, compensazioni e altri artifizi finanziari non sono ammessi".

 

Intanto la procura, che ha depositato l'istanza di fallimento quest'estate, attende la decisione del tribunale fallimentare per valutare se e quando far partire gli avvisi di garanzia per bancarotta fraudolenta nei confronti degli amministratori del club dal 2014 a quest'anno.

 

 






11 commenti

  1. Ciccio 32 giorni fa

    In galera il friulano insieme a chi ancora inneggia per lui

  2. botulinata di vergiate 33 giorni fa

    con dieci milioni mi faccio la plastica e cosí non mi trovano piú..

  3. Totuccione 33 giorni fa

    riscussi i ru liri....

  4. Cittadino 33 giorni fa

    No, Rubini. 'Sconti di presunti crediti, compensazioni e altri artifizi finanziari non sono ammessi', significa che deve essere versato denaro liquido o beni immobili dal valore certificato. Tutto qui.

  5. Fabio 33 giorni fa

    Sta mossa Indica che chiaramente ha il carbone bagnato, spero che non gliela lascino passare..se il palermo andava in amministratore controllata quando doveva avrebbe mantenuto la b ma ha preferito affondarlo con tutte le sue magagne in mano a dei personaggi impresentabili

  6. Fabio 33 giorni fa

    Vergognoso...la certificazione che dietro c'è sempre stato lui..

  7. AntiZampariniForEver 33 giorni fa

    Dimenticavo..sempre in linea con quanto scritto ieri e cioè che all'indagato non frega nulla della ex società, ma il vero motivo di questa sceneggiata è motivata dalla seguente ragione, tra l'altro riportata anche da Repubblica ieri : 'sperano nel concordato per non dover rischiare di rispondere in prima persona della montagna di debiti' ..prima persona riferita alla famiglia zamparini....Quindi giustizia sia senza tentennamenti!

  8. AntiZampariniForEver 33 giorni fa

    Tempo perso... ennesima mossa in stile clown che ci avevano assillato nell'ultimo quinquennio ..Ormai anche le mura conoscono le sue mosse ad effetto fatte di aria fritta....che giustizia sia fatta e che si elimini per favore dalle notizie questo personaggio che aveva fatto disinnamorare un'intera piazza! #OltreLaCategoria

  9. Ipse dixit 33 giorni fa

    “la gestione del club riconducibile ad Arkus aveva distratto un’ingente somma dal club in favore di una società di cui Tuttolomondo è socio”. I LADRI TUTTOLOMONDO RC5T

  10. Rubini 33 giorni fa

    Stanno analizzando. Ed intanto hanno sospeso tutto, ché arrivò 'la lettera'. 'Sconti di presunti crediti, compensazioni e altri artifizi finanziari non sono ammessi'. Come dire: 'Per colpa di qualcuno non si fa credito a nessuno' come si può leggere in certi bar periferici. Il meraviglioso mondo dei tribunali fallimentari, l'abitudine a trovare di tutto, tranne che piccioli veri. Ps Dieci milioni di Euro, e 'scusate se sono pochi ma noi ci fanno specie quest'anno c'è stato una grande moria delle vacche come voi ben sapete. Questa moneta servono che voi vi consolate'.

  11. Mau49 33 giorni fa

    Non se ne parli neanche !!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *