INTERVISTA

Dalla Promozione al Barbera
Parla il dg del Marina di Ragusa

Dalla Promozione al Barbera. Parla il dg del Marina di Ragusa



 

Archiviata la vittoria contro il Roccella, per il Palermo è già tempo di pensare alla prossima partita contro il Marina di Ragusa, che si giocherà domenica alle 15 al "Renzo Barbera". 

 

Il direttore generale del Marina di Ragusa, Nunzio Calogero, ha parlato di questa partita storica per loro e degli obiettivi del club. L'intervista è stata realizzata da Francesco Cammuca nel corso della trasmissione LoCalcio+, partner di ForzaPalermo.it. 

 

«Se subiamo il salto di categoria? È relativo. Abbiamo fatto tanti sacrifici per evitare lo scotto e l'impatto, sia a livello societario che a livello tecnico, con la Serie D. Abbiamo una squadra giovane, ma forte, possiamo giocarcela fino alla fine per i nostri obiettivi - ha detto Nunzio Calogero -. I sacrifici sono sempre tanti, lavoriamo con budget sia umani che economici molto bassi. Ci sforzeremo e faremo sacrifici fino alla fine perché questa è la nostra passione. La trasferta di Palermo? Sarà senza dubbio emozionante per tutti noi, Palermo è la prima squadra in Sicilia, nonostante la categoria. Fino a qualche mese fa loro erano in Serie B e noi in Promozione. Noi ci faremo trovare pronti e organizzati con umiltà e rispetto e ci giocheremo la nostra partita senza troppi timori conspaveoli che il Palermo è, a livello tecnico e gestionale, una spanna sopra tutti. Forse è una partita più facile da preparare, perché le motivazioni vengono da sé».

 

OBIETTIVI

«Noi abbiamo degli obiettivi societari che sono divertirci con serietà nei confronti di tutti, questa è la nostra realtà. Le vittorie sono la ciliegina sulla torta, Marina di Ragusa è una realtà piccola, ma che si è contraddistingue per la serietà di come fa le cose, non a casa abbiamo ricevuto il premio USSI e siamo molto orgogliosi di ciò».






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *