«Il mio eroe sei tu». Accardi
ringrazia infermiere