AI NOSTRI MICROFONI

Centro sportivo, Di Piazza c'è:
«Voglio il bene del Palermo»

Centro sportivo, Di Piazza c'è: «Voglio solo il bene del Palermo»



Il Palermo continua a tessere la tela in vista della prossima stagione. Infatti, nonostante la diatriba fra Dario Mirri e Tony Di Piazza, la società di Viale del Fante punta a plasmare un Palermo che possa competere nel firmamento del grande calcio. 

 

Pietra miliare del nuovo corso è certamente la costruzione del centro sportivo. L'area, come più volte vi abbiamo raccontato, è stata individuata: trattasi dell'area adiacente al campo sportivo comunale di Torretta. Il presidente Mirri era in attesa della risposta del socio di minoranza Di Piazza per quanto riguarda la sua disponibilità a partecipare economicamente all'opera. 

 

In tal senso - raggiunto telefonicamente - lo stesso Tony Di Piazza ha ribadito il suo pensiero: "C'è la mia disponibilità economica per il centro sportivo, purché la somma non ecceda il budget previsto originariamente". 

 

Quindi una disponibilità da parte dell'imprenditore italo-americano ma con condizione, che il suo investimento per il centro sportivo sia compreso nella somma versata nel budget previsto ex ante, non un esborso in più di denaro. 

 

Una mano protesa in avanti quindi per il bene ultimo che rimane sempre il Palermo, ma anche in questo caso Di Piazza non cela il suo malcontento:

"È impossibile volere il bene del Palermo quando si è tenuti all'oscuro di tutto. Per me però, il bene del Palermo rimane il primo obiettivo, come sempre".







13 commenti

  1. Chi non salta è Zamparini 46 giorni fa

    In particolare al soggetto che si firma Aggregazione orgiastica di locuzioni insultanti ricordo che la C.U. col Sultano prevedeva spesso l’impiego di seconde linee e riserve, logica imposta ai suoi allenatori e che gli auguri di successi a venire nei secoli seguenti lo classificano di diritto tra i commentatori più insulsi del web mondiale. Un tifoso ad personam di MZ che nulla ha a che fare col calcio, col Palermo e con concetti elementari di educazione

  2. Chi non salta è Zamparini 47 giorni fa

    Quindi questa aggregazione di aggregati sostiene che oltre che pagare abbonamenti, biglietti e PayTv i sostenitori di una squadra non possono criticare un furfante che li ha portati dalle stelle alle stalle. Della serie: ti ho dato il meglio, quindi se ti faccio fallire devi comunque ringraziare. Non vi è chi non veda che questo sito sia una palestra di aspiranti cabarettisti

  3. Aggregazione galattica lame rotanti 47 giorni fa

    Ecco, non avrei saputo dirlo meglio di @Aggrega Maestri E Poeti... La pretesa del tifoso che considera un diritto acquisito le spese dell'imprenditore. E che diserta poi la Coppa Uefa, che mai era stata vista in città e che ritornerà, nella nuova forma, soltanto fra molti secoli.

  4. Aggrega maestri e poeti 47 giorni fa

    Mettetevelo in testa: nessuno guadagna col calcio tra tutti i 'proprietari' che mettono soldi per farvi divertire. Sono persone affette da strana patologia. Gli affari si fanno altrove. Guadagnano solo calciatori, procuratori, mass media. La lista è lunghissima di gente che ci ha lasciato gran parte del proprio patrimonio. Per il divertimento di gente irriconoscente che non merita, ma addirittura PRETENDE. Mirri probabilmente riprenderebbe i suoi soldi in caso di vendita, ma solo grazie al ridotto investimento iniziale.

  5. Aggrega maestri e poeti 47 giorni fa

    Io non ero un estimatore di Zamparini, ma si deve essere onesti. Il Palermo stava fallendo, Zamparini diede 20 milioni a Sensi, in tre anni comprò tantissimi giocatori, ogni anno, dati gli introiti ridotti, ripianava (decine di milioni). Dal 2007 ridusse le sue immissioni di denaro. Totale 82 milioni. Documentati. Voi lo adulavate con scarso pudore) poi l'avete gettato nella spazzatura, tipico dei sudditi assistiti, quando il benefattore non serve più. Avete pagato qualche biglietto, vi siete divertiti e sentiti belli SOLO grazie ai soldi immessi i primi anni da Zamparini. Irriconoscenti.

  6. Fabio 47 giorni fa

    Ahahha ci ha messo 80 mln ...... Parliamo di uno che va a processo per riciclaggio

  7. Olinto de Carvalho Claudio 47 giorni fa

    ah ah ah che commenti! Molti si svegliano oggi affermando di avere capito tutto del calcio attraverso le vicende Mirri/Di Piazza. Come se tutti quelli venuti prima fossero dei filantropi benefattori. Zamparini per primo ha fatto morire il Palermo proprio perchè si era stufato del Palermo e di se stesso, visto che le sue operazioni di mercato degli ultimi cinque anni sono state un disastro, una tragedia. Il primo a non avere fatto beneficienza era proprio lui e ora vi scandalizzate per Mirri e Di Piazza e i loro rapporti che comunque parlano chiaro. Ha ragione Mirri.

  8. stadio 47 giorni fa

    Qui ci sono due imprenditorie che investono sperando in un ritorno economico quindi è logico che tirino acqua al proprio mulino. Non si tratta di fare beneficenza alla società Palermo.

  9. Aggrega maestri e poeti 47 giorni fa

    Francesco 70, lei parla di Investimento? Lei considera un normale investimento i soldi buttati nel calcio? Persino in serie D passivo di 1 milione. Zamparini ci ha perso 80 milioni nel Palermo, Moratti ci ha lasciato metà patrimonio, Pallotta ci sta lasciando centinaia di milioni, Berlusconi idem. Nessuno ha mai guadagnato nel calcio, tranne i giocatori e procuratori. Si investe altrove, non nel calcio, fortunati, ma RARISSIMI, quelli che riescono a vendere le quote e recuperare una minima parte dei soldi immessi.

  10. Yes 47 giorni fa

    No, la provocazione è più sottile e sta nella richiesta di procedere con il capitale sociale già sottoscritto.

  11. Giovanni rosanero 47 giorni fa

    Quindi uno mette mln di euro in una società, viene tenuto all' oscuro delle scelte strategiche e dovrebbe stare solo zitto? Cmq è del tutto evidente che di piazza come Mirri facciano i propri interessi, conseguentemente di piazza non regalerà le proprie quote a Mirri, le dovrà pagare molto bene....

  12. Aggregazione galattica lame rotanti 47 giorni fa

    Esatto, Signor Settanta: a Di Piazza dev'essere chiaro che alcuni tifosi vogliono i suoi denari e il suo silenzio.

  13. Francesco 70 47 giorni fa

    Allora uno esborsa il 40%per acquistare delle quote di una società di calcio,decide di versare altre somme per comprare un centro sportivo,ed io dovrei credere che lo fa solo per il bene del Palermo calcio,e lui non pensa a trarre profitto da tutto ciò.Ma basta Di Piazza,cerca di essere un socio utile alla causa,punto e basta!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *